CIMINNA (PA)

www.ciminna.eu
Storia, arte, tradizione, costume, usi, verde, sole.......
Parte II Cap7
oom:MemorieDocumenti1911.
 

Canti e leggende

Usi e costumi di Ciminna

Dr Vito Graziano

Pubblicato MCMXXXV

Parte Seconda cap.7

Processione figurata del 1855.

 

1. Feste celebrate in Ciminna per la proclamazione dell'Immacolato Concepimento
Il giorno 8 dicembre 1854 fu del Sommo Pontefice Pio IX proclamato il domma dell' Immacolato Concepimento di Maria Vergine. La proclamazione fu accolta con gioia da tutto il mondo cattolico, ed in ogni città e paese si celebrarono feste solenni. Un dipinto del P. Pasquale Sarullo in una parete laterale della cappella dell' Immacolata esistente nella chiesa di S. Francesco ricorda la solenne proclamazione del domma.
In Ciminna esse durarono cinque giorni, cioè dal 9 aprile, che fu il lunedì dopo Pasqua, fino al venerdì, con parato e musica in chiesa, banda musicale e illuminazione in tutte le strade. Ma l'attrattiva maggiore di quelle feste fu la processione figurata della litania della Madonna, che fece accorrere molti forestieri dei paesi vicini.
11 mercoledì il simulacro della Immacolata Concezione fu trasportato dalla chiesa di S. Francesco in quella della Madrice, a neh' essa parata a festa, e il giovedì fu ricondotto in processione nella detta chiesa accompagnato da 180 giovanette, scelte fra tutte le classi sociali del paese e rappresentanti i simboli della Madonna. Ciascuna giovanetta ritraeva un versetto della litania ed era vestita secondo i disegni delle immagini riprodotte in un libro di litanie illustrato.
Procedevano tutte abbigliate di quell' abito, che esprimeva il titolo rappresentato, e la modestia del loro portamento, la varietà del loro vestite, e la novità delle figure produssero tale incanto, che la processione si dovette replicare altra volta il giorno seguente. In una delle dette processioni, avvenuta di sera, apparve a ciel sereno una nuvoletta. I padri delle missioni, i quali erano stati due mesi in Ciminna, dissero che quella nuvoletta era la Madonna, e da ciò nacque una leggenda che esiste tuttora 1.

(1) Queste missioni lasciarono in Ciminna un ricordo indelebile. Si ricordano ancora i nomi dei missionari : F1. De Risio, che il popolo fece diventare Delisi, P. Cu-pani, H. Costa, P. Bizzarruni e P. Farina.

Top
2. Personaggi formanti la detta processione
Per dare una idea più chiara della detta processione, descrìvo il modo come erano rappresentati alcuni simboli della litania.
Sancta Virgo Virginum : La Madonna seguita da molte verginelle con corone sul capo.
Mater Christi : la Madonna col bambino in braccio in atto di porgergli la mammella.
Mater divinae gratiae : la Madonna con una (onte dipinta sul petto, dalla quale uscivano fili di argento in forma di zampilli a parabola.
Mater purissima : la Madonna col bambino in braccio portante un giglio.
Mater Creatoris : la Madonna col bambino in braccio portante una palla, che rappresentava il mondo.
Mater Salvatoris : la Madonna col bambino portante la croce.
Virgo fidelis : la Madonna col bambino portante un cuore.
Speculum iustitiae : la Madonna collo specchio in una mano e la bilancia nell' altra.
Vas spirituale : la Madonna con un vaso in mano.
Vas honorabile : la Madonna con altro vaso diverso dal precedente.
Rosa mistica : la Madonna con una rosa in mano.
Turris davidica : la Madonna con una torre dipinta in mano.
Turris eburnea : la Madonna con altra torre diversa dalia precedente.
Domus aurea : la Madonna portante in mano una casetta dipinta.
Ianua coeli : la Madonna portante in mano una porta dipinta.
Stella matutina : la Madonna con una stella sul capo.
Regina Angelorum : la Madonna seguila da alcuni bambini vestiti da angioletti 1.
Regina Virginum : la Madonna con una corona in capo, seguita da molte verginelle portanti alcune gigli e altre palme..
Regina sanctorum omnium : la Madonna seguita da ogni specie dei personaggi detti avanti.
Regina sine labe originali Concepta : la Madonna collo stellarlo in capo a guisa dell' Immacolata.

Delle dette feste si parla in un panegirico a stampa del P. Alessio Narbone2, e in una deliberazione del decurionato di Ciminna presa il 28 aprile 1855, nella quale è detto quanto segue: « Finito il bimestre delle sante missioni si portò alla Madrice il simulacro di Maria SS., ove si fece un triduo che può dirsi un giorno prolungato di canti, messe, riti di chiesa, concorso immenso di popolo, le tre notti quasi uguagliavano la forte luce solare per le innumerevoli faci delle case private e dei pubblici stabilimenti. Negli ultimi due giorni ebbe luogo la ripetuta processione della litania figurata di Maria SS., eseguita da ragazze che appena toccavano il secondo lustro, egregiamente ornate ed accompagnate dagli emblemi caratleristici degli enunciati titoli, di cui è fregiata Maria SS. Non sarà facile obliare questa eccezionale periodo della vita ».
(1) Ogni altro simbolo di Regina era rappresentato dalla Madonna seguita dai personaggi, che le davano il titolo
(2) Solennità per la definizione domrnatica dell* immacolato Concepimento deità SS. Vergine Madie di Dio. Palermo, Stabiliranno Tipografico Francesco Lao, 1658, pag. 79

 

Top

 

Si apre Una nuCounterwebmaster@ciminna.eu